Menú idiomas
Momería. Foto: I. Delgado

La musica nelle corti italiane del Renascimento

La corte italiana del XV secolo rappresenta il crogiolo perfetto dove si plasma la bellezza della forma nelle sue più chiare proporzioni e dove fiorisce la cultura dell'Umanesimo.

La musica del programma ci mostra dei mecenati, politici, filosofi, umanisti, poeti e cardinali delle raffinate corti di Ferrara, Firenze, Mantova, Milano e Napoli. I delicati brani vocali e strumentali di compositori quali Du Fay, Busnois, Isaac, Tromboncino, Cara sono eseguiti con gli strumenti preferiti dell'epoca: il clavicembalo, la viola da gamba, la viella, i flauti, l'arpa e l'organo portativo.